IO Lavoro: ecco il nuovo bonus per chi assume

L’Anpal con decreto n. 44/2020 istituisce il nuovo incentivo IO Lavoro per i datori di lavoro che assumono. Per loro uno sgravio contributivo annuo fino a 8.060 euro

di Annamaria Villafrate – Con il decreto n. 44/2020 (sotto allegato) l‘Anpal, considerato l’alto livello di disoccupazione che caratterizza alcune Regioni d’Italia, al fine di stimolare nuove assunzioni istituisce IO Lavoro, un nuovo incentivo per tutti quei datori che assumeranno disoccupati di una certa età e con un determinato passato occupazionale. IO Lavoro consiste in uno sgravio contributivo annuo per il datore che può arrivare fino a 8.060 euro. Vediamo in dettaglio in cosa consiste la misura, chi sono i beneficiari, per quali tipologie contrattuali è ammesso, in quali Regioni è previsto, se è cumulabile con altri benefici e cosa devono fare i datori di lavoro per accedervi.


Cos’è IO Lavoro

IO Lavoro è una nuova misura prevista dal decreto Anpal n. 44 del 6 febbraio 2020, gestito dall’Inps, che tutti i mesi deve comunicare all’Agenzia nazionale Politiche Attive lavoro gli importi prenotati e quelli erogati per il nuovo incentivo. IO Lavoro consiste in uno sgravio contributivo pari ai contributi previdenziali a carico del datore di lavoro fino all’importo massimo annuale di 8.060 euro, che viene calcolato proporzionalmente in caso di lavoro a tempo parziale. La misura deve essere usufruita a pena di decadenza entro e non oltre il 28 febbraio del 2022.

Chi sono i beneficiari

Trattandosi di uno sgravio contributivo i beneficiari sono i datori di lavoro privati che dal primo gennaio al 31 dicembre 2020 assumono:

I soggetti disoccupati devono avere un’età compresa tra i 16 e i 24 anni o 25 anni di età e oltre, ma essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

Tipologie di contratti ammessi all’incentivo

L’incentivo IO Lavoro è previsto solo se il datore al lavoro stipula uno dei seguenti contratti di lavoro:

L’incentivo è riconosciuto anche in caso di lavoro a tempo parziale.

IO Lavoro valido in tutta Italia

L’art. 3 del decreto Anpal stabilisce che gli incentivi vengono riconosciuti ai datori di lavoro delle Regioni

Come fare domanda

Per fruire del beneficio i datori di lavoro interessati devono presentare una domanda di ammissione preliminare all’Inps utilizzando un apposito modulo telematico, in cui devono indicare i dati relativi all’assunzione effettuata o che intendono effettuare. Le modalità di compilazione di detto modulo verranno illustrate in una apposita circolare, che verrà emanata dopo la pubblicazione del decreto.

A questo punto l’Inps:

Il datore ha quindi 10 giorni di tempo dal ricevimento della comunicazione per effettuare l’assunzione, se non l’aveva già fatta e confermare la prenotazione disposta in suo favore. Dopo l’autorizzazione, l’erogazione del beneficio avviene mediante conguaglio sulle denunce contributive.

Cumulabilità dei benefici

Il decreto Anpal prevede che IO Lavoro può essere cumulato con i seguenti incentivi:

Condividi articolo: